Crea sito

Imprinting sessuale / Apprendimento

 

Piccoli e genitori sono uniti da un legame molto stretto, misterioso ed affascinante. Non è semplice spiegare come questo vincolo si instaura, ma diversi esperimenti scientifici hanno provato a dare un interpretazione. Forse, uno dei risultati più illuminanti e positivi, è stato raggiunto da Konrad Lorenz. Lorenz ha ricevuto nel 1973 il Premio Nobel per la medicina e la fisiologia, grazie agli studi svolti sul meccanismo d’imprinting.

L’imprinting è una forma di apprendimento, con un periodo sensibile dove i piccoli (in particolare ucelli e mammiferi) fissano nella loro memoria le caratteristiche genitoriali (imprinting filiale), e quelle che ricercheranno in un futuro partner (imprinting sessuale).

Il comportamento d’imprinting ha 3 caratteristiche principali:


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

  • Irreversibilità: anche se questa non è assoluta, ciò che viene appreso tende a rimanere immutato nel tempo.

  • Periodo di sensibilità: generalmente molto breve e in età precoce.

  • Assenza di rinforzo evidente.

 

L’imprinting sessuale

L’imprinting sessuale è quel meccanismo di apprendimento che associa le caratteristiche di un genitore, con quelle di un futuro partner; ovvero l’esperienze in età precoce influenzeranno l’individuo quando sarà il momento di ricercare il proprio compagno/a. Se per esempio un animale è stato cresciuto da un’altra specie, il piccolo crescendo svilupperà un interesse sessuale verso la specie adottiva.

tadorna_variegata_-opunake_beach_-nz-8

Questo apprendimento ha un periodo sensibile nettamente superiore a quello dell’imprinting filiale, ed è più presente nei maschi che nelle femmine. In oltre, questo comportamento è largamente diffuso, ma non è sempre presente ( per esempio nel cuculo).


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Esperimento

Facendo crescere un individuo della specie Taeniopygia guttata (Diamante mandarino) da genitori della specie Lonchura striata (Passero striato), si è osservato che il piccolo, una volta adulto, preferiva corteggiare femmine di Passero striao; anche dopo un lungo periodo di corteggiamento e di accoppiamento con femmine della sua specie, il maschio cross-fostered continua a preferire le femmine di Passero striato.

Diamante mandarino
Diamante mandarino

L’ultima frase è vera se avviene il corteggiamento della specie allevatrice (Lonchura striata), prima dell’accoppiamento con un conspecifico (un’altro Diamante mandarino). Se questo accoppiamente avviene prima del corteggiamento a Lonchura, l’interesse del Diamante mandarino verso la specie adottrice si riduce o si azzera completamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.